Estrattori di succo: differenze con lo spremiagrumi

In commercio si possono trovare moltissimi tipi di strumenti da utilizzare in cucina che si possono applicare alla realizzazione di vari tipi di ricette, ma che hanno tutte un denominatore comune: quello di realizzare piatti e\o bevande che sono ricchi di sostanze di beneficio per il nostro organismo ma allo stesso tempo che possono essere adatti anche a chi segue una dieta precisa o ha intenzione di seguirla. Uno degli strumenti che negli ultimi anni sta acquistando una sempre maggiore popolarità proprio per chi è interessato agli obiettivi menzionati in precedenza, è l’estrattore di succo, in particolare il modello che prevede l’estrazione del succo a freddo. Questo strumento infatti è stato creato da chi vuole preparare degli ottimi succhi di frutta e verdura, che a onor del vero dovrebbe essere chiamato estratto proprio perchè si realizza con un metodo che lo rende molto più ricco del semplice succo, che possono essere anche di grande beneficio per la nostra salute e per il nostro organismo in generale. Quello che lo rende così popolare è il metodo di estrazione che viene sfruttato da questo strumento; infatti l’estrazione, grazie sia ad alcuni elementi strutturali che al processo di funzionamento, avviene del tutto a freddo. Questo significa che la frutta  e la verdura che utilizzerete per gli estratti subirà un processo di estrazione a freddo che ha lo scopo di andare ad estrarre i succhi di questi alimenti ma senza intaccarli e sopratutto senza andare ad eliminare quelle che sono le componenti più utili di questi cibi, come vitamine e sali minerali. Molte persone potrebbero confondere l’estrattore con altri strumenti più banali, come un semplicissimo spremiagrumi. In realtà lo spremiagrumi ha un obiettivo di utilizzo molto diverso rispetto a quello di un estrattore; mentre con l’estrattore andrete a realizzare estratti che mantengono intatte le proprietà contenute all’interno di frutta e verdura, invece lo spremiagrumi vi permetterà solo di ottenere un succo, non un estratto, che avrà delle caratteristiche ben diverse rispetto a quelle di un estratto. Se volete avere qualche altra informazione sulle differenze tra questi due strumenti, vi consiglio di consultare la guida che trovate su questa pagina.